Diocesi di Ragusa: Arciconfraternite del Ss. Rosario e di Maria dei Sette Dolori

news

26/2/2020 - Domenica 23 febbraio 2020 nei locali delle Arciconfraternite del Ss. Rosario e di Maria dei Sette Dolori di Comiso si è tenuto un incontro di formazione e di catechesi. Il Presidente Prof. Giuseppe Vona dà il benvenuto all’Assistente Spirituale Don Gino Alessi (Arcidiacono Parroco) della Basilica della Ss. Annunziata e a tutti i confrati presenti. Subito dopo la preghiera iniziale dà la parola al Rev. Don Gino Alessi sul tema “che cosa è la Quaresima”. In questo lasso di tempo, che inizia con il Mercoledì delle Ceneri e termina con il Giovedì Santo (ossia il giovedì che da calendario precede la domenica di Pasqua), i cristiani preparano la loro anima con preghiere, Messe particolari e atti di penitenza come il digiuno. La scelta dei quaranta giorni è simbolica. Secondo la religione cristiana infatti, tanti furono i giorni e le notti che Gesù passò nel deserto (dove fu anche tentato dal Diavolo) dopo essere stato battezzato da Giovanni Battista. Per tradizione le ceneri utilizzate durante le funzioni liturgiche dovrebbero essere ricavate bruciando le palme e i rami d’olivo benedetti in occasione della domenica delle Palme dell’anno precedente. La cenere simboleggia l'umile condizione terrena dell'uomo mortale e la sua debolezza nei confronti del peccato. “La Quaresima – afferma Papa Francesco – è il tempo per ritrovare la rotta della vita”, è il tornare al Signore, “meta del nostro viaggio nel mondo”. E le ceneri sul capo sono “un segno per dirci, con delicatezza e verità: di tante cose che hai per la testa, dietro cui ogni giorno corri e ti affanni, non resterà nulla”. È “un grande inganno” la cultura dell’apparenza che ci spinge a vivere di cose che passano. Una fiammata che finisce in polvere. “La Quaresima è riscoprire che siamo fatti per il fuoco che sempre arde, non per la cenere che subito si spegne; per Dio, non per il mondo; per l’eternità del Cielo, non per l’inganno della terra; per la libertà dei figli, non per la schiavitù delle cose”. Riprende la parola il Presidente Vona, ringrazia Don Gino per la catechesi, invita i confrati a prendere visione degli impegni con l’inizio della Quaresima a partire del Mercoledì delle Ceneri. Subito, dopo informa i Confrati di aver partecipato al Forum Paneuropeo delle Confraternite svoltosi a Lugano e di aver condiviso in diretta tramite la pagina della Confederazione delle Confraternite delle Diocesi d’Italia su FaceBook. Vi invito quindi a collegarvi alla suddetta pagina.


Back