Arcidiocesi di Rossano-Cariati: Insediamento e giuramento del nuovo Consiglio Direttivo

news

7/12/2019 - Tanta partecipazione alla cerimonia di insediamento del nuovo Direttivo della Confraternita M. SS. Addolorata di Rossano all'interno della Cattedrale dedicata a Maria SS. Achiropita. Al termine della Santa Messa, presieduta da don Pietro Madeo (Parroco della Cattedrale e Padre Spirituale della Confraternita dell'Addolorata), ci sono stati gli interventi del Priore uscente Alberto Garofalo, del Coordinatore regionale della Confederazione delle Confraternite delle diocesi d’Italia, Antonio Caroleo e del neo-eletto Priore Umberto Corrado. Il nuovo direttivo della Confraternita di Maria SS.ma Addolorata sarà così costituito da: Umberto Corrado (Priore), Maria Lepore (Vice-Priore), Giuseppe Calarota (Segretario, già Vice Coordinatore della Calabria della Confederazione delle Confraternite delle Diocesi d'Italia), Giovanni Scigliano (Economo), Giuseppe Caruso (Consigliere), Giulio Ammirato (Maestro dei Novizi). Mentre è così formato il Consiglio dei Revisori dei Conti: Alberto Garofalo (Presidente del Consiglio dei Revisori dei Conti), Antonio Linardi (Segretario del Consiglio dei Revisori dei Conti), Giovanni Marra (Consigliere del Consiglio dei Revisori dei Conti). Significativo il discorso del neo-eletto Priore, Umberto Corrado, il quale ha dichiarato: “In primo luogo devo ringraziare tutti voi per l’incarico che mi avete affidato. Di questo vi sono infinitamente grato. Rinnovare un direttivo o un mandato non vuol dire rinnegare l’operato già fatto dai direttivi precedenti, ma rinnovare nella continuità. Esprimo la mia gratitudine verso chi mi ha preceduto ed, in particolare, al priore Alberto Garofalo e ai suoi collaboratori. Spero che il nuovo direttivo sia degno dell’impegno profuso dal precedente e spero che possa attingere dal precedente l’umiltà e la lungimiranza degli obiettivi. Ringrazio, inoltre, la presenza del Coordinatore della Calabria della Confederazione delle Confraternite delle Diocesi d’Italia, Avv. Antonio Caroleo e il nostro amico Franco Loprete, che da Gagliano di Catanzaro, ci hanno voluto onorare della loro presenza. Un aspetto importante da ricordarci è che la nostra Confraternita ha finalità religiose e di fratellanza, di aiuto e rispetto reciproco. Vorrei che questi concetti non fossero mai dimenticati, anzi, tutti insieme, chi ne fa parte e chi ne vorrà far parte, pensando ad un’ampia apertura alle associazioni e al mondo civile, dobbiamo adoperarci perché questi principi si realizzino. Quando sopravverrà tra di noi un contrasto oppure, si riterrà che un determinato comportamento mio o di ogni singolo confratello sia errato, vorrei che venisse detto apertamente. Una correzione fraterna al nostro interno può aiutarci a crescere e a migliorare. Non deve mancare tra di noi il dialogo. Oltre all’aspetto religioso, se riusciamo a dare all’esterno l’immagine di serietà, di unione e di amicizia, avremo fatto qualcosa anche per la nostra Città. Spero, al più presto, che con il nostro Assistente Spirituale, che fin da subito si è reso disponibile con noi, possiamo fare un programma di appuntamenti mensili per un Cammino di spiritualità e di formazione permanente. Vorrei ricordare, in questo momento, i priori e i confratelli che dal cielo insieme agli angeli stanno assistendo e festeggiando con noi in questa celebrazione. Voglio concludere ricordando una frase di un famoso canto di Marco Frisina (Dove la carità è vera e sincera, là c'è Dio). Auguri e buon cammino a tutti noi”. Al nuovo direttivo, inoltre, è arrivato anche il messaggio del Presidente della Confederazione Nazionale delle Confraternite delle Diocesi d'Italia, Dott. Francesco Antonetti, il quale ha dichiarato: “A nome mio e di quello della Confederazione presento i migliori auguri al Priore al nuovo consiglio direttivo, di cui fa parte in qualità di Segretario Giuseppe Calarota (Vice-Coordinatore per le Diocesi di Rossano-Cariati, Crotone-Santa Severina e Cassano allo Ionio), affinché possano condurre la Confraternita nella continuità dei valori che la stessa ha perseguito sin dalla sua fondazione”. Al nuovo Priore e al nuovo direttivo giungano i migliori auguri di buon cammino alla guida della storica Confraternita rossanese sotto lo sguardo materno della Beata Vergine Maria Addolorata.


Back