Diocesi di Ragusa: Congregazione del Ss. Crocifisso in Vittoria

news

27/1/2020 - Domenica 26 gennaio 2020 nei locali della Congregazione del Ss. Crocifisso in Vittoria, diocesi di Ragusa, si è tenuto uno degli incontri periodici di formazione e di catechesi. Il neo Presidente Prof. Emanule Martinez dà il benvenuto all’Assistente Spirituale diocesano Don Giovanni Nobile, al prof. Pippo Vona Presidente diocesano delle Confraternite di Ragusa (nonché Vice Coordinatore per la Sicilia Orientale delle Diocesi di Ragusa, Noto e Siracusa), al Sac. Don Salvatore Converso, arciprete della chiesa Madre nonché assistente spirituale della detta Confraternita. Subito dopo la preghiera iniziale il Presidente dà la parola a Don Giovanni Nobile. Durante la catechesi, Don Giovanni, ha voluto sottolineare ai presenti l'urgenza di ritornare alla Parola di Dio, l'unica Parola capace di farci uscire da questa confusione che si registra ovunque nella politica, nell'economia, e anche nella chiesa che sempre è stata, maestra di chiarezza, faro di luce che ha illuminato lungo i secoli i momenti bui della storia. La vera crisi che stiamo attraversando è quella spirituale, è crisi di fede e quindi morale, perdita dei valori. Alla cosiddetta “morte di Dio” proclamata nel secolo scorso stiamo assistendo alla morte dell'uomo. Diogene cercava l'uomo...L'uomo senza Dio non è più l'uomo creato da Dio. Ogni qualvolta l'uomo si è messo al posto di Dio non è rimasto neppure uomo. Conclusione: la vera rivoluzione, la vera soluzione è di natura spirituale. Se vogliamo un umanesimo nuovo dobbiamo ritornare a Gesù, vero uomo oltre che vero Dio, novello Adamo. I santi sono quelli che hanno cambiato la storia dell'umanità. Dopo di ciò il Presidente dà la parola a Pippo Vona, dopo aver portato i saluti del Presidente della Confederazione Nazionale Dott. Francesco Antonetti, di S.E. Mons. Michele Pennisi Arcivescovo di Monreale e Assistente Nazionale della Confederazione. Facendo riferimento alle riflessione di Don Giovanni, Vona sottolinea che l’ascolto della parola ci fa crescere nella Fede. Poi si è soffermato sul raduno diocesano che si terrà domenica 9 febbraio a Monterosso Almo. Il tema scelto come riflessione è “Giovani di oggi…confraternite di ieri?” di cui sarà relatore Don Orazio Sciacca (direttore della pastorale giovanile della Diocesi di Acireale), perché coinvolgere i giovani è la scommessa più importante in questi anni. I giovani sono il futuro delle Confraternite, la presenza degli anziani è fondamentale perché essi rappresentano la storia stessa delle Confraternite. Questa storia va però rivista, aggiornata, migliorata, adeguata alla Chiesa di Oggi. Cosa ci chiede oggi la Confederazione Nazionale delle Confraternite: essere testimoni credibili! Prende infine la parola Don Salvatore Converso, sottolineando che oggi la Chiesa ha bisogno di discepoli e le Confraternite hanno questa missione di evangelizzare come sottolinea Papa Francesco, basta mettere in pratica le tre “C” ossia Culto, Carità e Cultura. Subito dopo la preghiera finale, Don Giovanni Nobile imparte la benedizione, dando appuntamento al giorno 9 febbraio nella chiesa Madre di Monterosso Almo (RG) alle ore 9


Back