NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sulla Privacy per il Sito Web (art. 13 D.lgs. 196/03)
Nella presente pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. Si tratta dell’informativa resa ai densi dell’art 13 del D.lgs n° 196/2006 – Codice in materia di protezione dei dati personali - a coloro che interagiscono con i servizi web dell’azienda, accessibili per via telematica a partire dagli indirizzi:
http://www.confederazioneconfraternite.org
L’informativa è resa solo per il presente sito e non anche per altri siti web eventualmente consultati dall’utente tramite link. Visitando il sito web sopra indicato si accettano implicitamente le prassi descritte nella presente Informativa sulla Privacy.

IL TITOLARE DEL TRATTAMENTO A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili. Il Titolare del trattamento è : Confederazione delle Confraternite delle Diocesi d’Italia - Via Aurelia n. 796 - 00165 Roma
LUOGO DI TRATTAMENTO I trattamenti connessi ai servizi web di questo sito hanno luogo presso la predetta sede e sono curati solo da personale tecnico dell’Ufficio incaricato del trattamento, oppure da eventuali incaricati di occasionali operazioni di manutenzione.
Nessun dato derivante dal servizio web viene comunicato o diffuso.
I dati personali forniti dagli utenti che inoltrano richieste di invio di materiale informativo sono utilizzati al solo fine di eseguire il servizio o la prestazione richiesta.

TIPI DI DATI TRATTATI

Dati di navigazione I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali, la cui trasmissione è implicita nell’uso di protocolli di comunicazione internet.
Si tratta di informazioni che non sono raccolte per essere associate a interessati identificati, ma che per la loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni ed associazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare l’utente.
In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste , l’orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine , errore, etcc..) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all’ambiente informatico dell’utente.
Questi dati vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull’uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento e vengono cancellati immediatamente dopo l’elaborazione. I dati potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di reati informatici ai danni del sito.

Dati forniti volontariamente dall’utente

L’invio facoltativo, esplicito e volontario di posta elettronica agli indirizzi indicati su questo sito comporta la successiva acquisizione dell’indirizzo del mittente necessario per rispondere alle richieste, nonché degli eventuali altri dati personali inseriti nella missiva. Specifiche informative di sintesi verranno progressivamente riportate o visualizzate nelle pagine del sito predisposte per particolari servizi a richiesta.

Cookies

Nessun dato personale degli utenti viene in proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né vengono utilizzati c.d. cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti.
L’Uso di c.d. cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell’utente e svaniscono con la chiusura del browser) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito.
I c.d. cookies di sessione utilizzati in questo sito evitanoil ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti e non consentono l’acquisizione di dati personali identificativi dell’utente.

Questo sito fa utilizzo di Google Maps, un servizio di fruizione di carte geografiche di Google Inc. Per quanto riguarda l’utilizzo dei Cookie da parte di Google Maps e come controllarli si rimanda al loro link ufficiale:  http://www.google.it/intl/it/policies/privacy/

Questo Sito fa utilizzo di AddThis uno strumento atto a condividere argomenti/pagine sui social network, per quanto riguarda l'utilizzo dei cookie da parte di AddThis, si rimanda al loro link ufficiale:http://www.addthis.com/privacy/privacy-policy 
Volendo potreste impedire ad AddThis il rilevamento dei cookie generati dal sito e la loro lettura utilizzando le istruzioni sulla pagina http://www.addthis.com/privacy/opt-out 

Questo sito contiene pulsanti e widget per la condivisione di contenuti sul social network Facebook. Per quanto riguarda l’utilizzo dei Cookie da parte di Facebook e come controllarli si rimanda al loro link ufficiale:  https://www.facebook.com/about/privacy/

Facoltatività del conferimento di dati

A parte quanto specificato per i dati di navigazione, l’utente è libero di fornire i dati personali riportati nei moduli di richiesta o comunque indicati nella sezione “contatti” per sollecitare l’invio di informazioni.
Il loro mancato conferimento può comportare l’impossibilità di ottenere quanto richiesto.

Modalità del trattamento

I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti. Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.

Diritti degli interessati

I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere la conferma dell’esistenza o meno dei medesimi dati e di conoscerne il contenuto e l’origine, verificarne l’esattezza o chiederne l’integrazione o l’aggiornamento, oppure la rettificazione ed il blocco (si veda per completezza l’art. 7 del D.lgs 196/2003). Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di richiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché di opporsi in ogni caso , per motivi legittimi, al loro trattamento. Le richieste verranno rivolte al titolare del trattamento Confederazione delle Confraternite delle Diocesi d’Italia - Via Aurelia n. 796 - 00165 Roma . La presente costituisce la Privacy Policy di questo sito che sarà soggetta ad aggiornamento periodico.

Quaresima 2014 - Messaggio dell'Assistente ecclesiastico

AddThis Social Bookmark Button



Dilette Consorelle e Cari Confratelli,
   Mercoledì 5 marzo 2014, con l’austero rito dell’imposizione delle ceneri, ha avuto inizio il cammino quaresimale verso la Pasqua.
  
Ancora una volta saremo invitati a vivere quaranta giorni di preghiera, digiuno e carità.

   La Quaresima e soprattutto i riti della Settimana Santa vedono tutte le nostre Confraternite protagoniste delle celebrazioni quaresimali e soprattutto del Triduo Pasquale: centro e fulcro di tutto l’anno liturgico alle quale dobbiamo giungere preparati non solatanto dal punto di vista organizzativo ma anche e soprattutto spirituale. Dobbiamo giungere con cuori convertiti, pieni di Dio e quindi desiderosi di testimoniarlo e portarlo fino alle estreme periferie delle esistenze.

            Mi fermo pertanto a riflettere con voi sui tre elementi caratterizzanti la Quaresima – la preghiera, il digiuno e la carità -  offrendovi poi alcuni suggerimenti pratici per vivere questo periodo dell’anno liturgico e della nostra vita più intensamente. Suggerimenti, sia ben chiaro, che non vogliono certo sostituire quelli che sicuramente già vi sono stati proposti dai vostri singoli Vescovi.

            La preghiera. Pregare vuol dire riconoscerci tra i poveri di spirito, tra coloro che sono per questo “Beati” perché progressivamente imparano ad essere umili, a non confidare in sé ma si aprono all’amore di Dio che in Cristo, morto e risorto per noi, vuole raggiungere i nostri cuori con la Sua Misericordia per conformarci a Lui. Solo con questo spirito di povertà noi potremo gustare quanto è buono il Signore che per primo – Lui che era Dio – si è fatto povero per noi, si è incarnato ed è passato per la Croce prima di risorgere per abbracciarci, amarci e perdonarci. Un ascolto che avverrà tramite l’attenta lettura della Parola di Dio che suscita la fede, tramite la celebrazione dei Sacramenti – in particolare la Confessione e l’Eucaristia -, i fratelli che con noi sono Chiesa ed insieme ai quali possiamo sperimentare la presenza di Gesù che ha detto di essere dove due o più sono uniti nel suo nome.

            Il digiuno. Che non è soltanto privarci di qualche cibo, vizio, divertimento che ci distoglie da Cristo e dalla vita spirituale, ma è proprio quel togliere da noi tutto ciò che ci impedisce di aprirci alla Grazia di Dio, al Suo amore misericordioso, per divenire poveri come Lui per fare ricchi gli altri dell’amore di Dio che celebreremo pienamente manifestato nel Risorto a Pasqua.

            La carità. Se saremo poveri di noi e pieni di Dio allora la carità diverrà conseguenza logica. Se ci lasceremo riempire dall’amore di Dio e dalla Sua Misericordia non potremo non essere vicini a coloro che non sono poveri – la povertà per la Bibbia non è un male - ma sono nella miseria materiale, morale e spirituale – come ci ricorda il Papa nel suo Messaggio per la Quaresima 2014 –. Certamente, la carità sarà conseguenza logica della preghiera e del digiuno ma, ricordiamoci sempre, come dice ancora Papa Francesco, che “la vera povertà duole” e se noi vogliamo fare la carità per aiutare i miseri dobbiamo accettare una spogliazione che duole, una dimensione penitenziale del fare la carità. Il Papa dice di diffidare “dell’elemosina che non costa e che non duole”.

            Mentre vi invito a vivere personalmente queste tre dimensioni, invito pertanto tutte le Confraternite a dare più spazio - in questo periodo dell’anno liturgico - alla lettura e all’ascolto della Parola di Dio. Specialmente l’itinerario evangelico domenicale ci aiuti a percorrere la Quaresima riscoprendo il nostro Battesimo per viverlo sempre più appieno. Vi invito anche alla partecipazione costante alla Messa domenicale e se possibile anche feriale, vi chiedo di domandare ai vostri Assistenti Spirituali e ai vostri Parroci di organizzare per voi momenti di Adorazione Eucaristica settimanali oppure vi esorto a partecipare a quelle che si organizzano nelle parrocchie – penso, ad esempio alle Sante Quarant’Ore o esperienze analoghe -. Così pure vi invito ad accostarvi frequentemente al sacramento della confessione affinchè tutti sperimentiate la Misericordia di Dio.

            Circa la carità invito ogni Confraternita, in accordo con il proprio Parroco o Assistente e sempre secondo le linee offerte dai Vescovi diocesani, a promuovere raccolte di cibo per i poveri e a distribuirlo direttamente ai bisognosi o tramite le  Caritas parrocchiali o diocesane. Così pure vi invito ad aderire alle tante iniziative di carità che in molte Diocesi vengono promosse in Quaresima.

            Quanto al digiuno tutti sappiamo bene quali siano le cose che ci impediscono di camminare più speditamente dietro il Signore: i nostri vizi, i nostri peccati, le nostre avidità, le divisioni che spesso sorgono e facilmente alimentiamo nei nostri gruppi mentre ci chiamiamo con-fratelli tra di noi, mentre indossiamo un sacco che dovrebbe richiamare la purezza della nostra veste battesimale, mentre tanti ancora guardano a noi ma spesso senza trovare un esempio, dei modelli attraenti di vita cristiana. Papa Francesco, al n.70 dell’Esortazione Apostolica Evangelii gaudium, riferendosi a forme non perfette di “pietà popolare” ci mette in guardia quando scrive: “Alcuni promuovono queste espressioni senza preoccuparsi della promozione sociale e della formazione dei fedeli, e in certi casi lo fanno per ottenere benefici economici o qualche potere sugli altri…”. Vi propongo allora di digiunare da queste tentazioni che spesso riappaiono anche se non lo vorremmo. Giungeremo così a una Pasqua di risurrezione che celebreremo in maniera più sentita e vera.

            A tutti auguro dunque un buon cammino quaresimale ed assicuro il mio ricordo nella preghiera mentre vi chiedo di pregare anche per me affinchè questa Quaresima mi aiuti nel mio itinerario di conversione per essere sempre più conformato a Cristo e quindi maggiormente in grado di stare al vostro servizio come vostro Assistente Ecclesiastico.

            Il Signore Vi benedica!

Mons. Mauro Parmeggiani
Vescovo

La Rivista - Tradere

La Parola dell'Assistente

S.E. Rev.ma Mons. Mauro Parmeggiani - Vescovo di Tivoli

Liturgia del giorno

LaChiesa.it
A questo link si potranno consultare la Liturgia del giorno, la Sacra Bibbia e la Liturgia delle ore.

La Galleria del Santo Padre

Il Santo Padre