NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sulla Privacy per il Sito Web (art. 13 D.lgs. 196/03)
Nella presente pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. Si tratta dell’informativa resa ai densi dell’art 13 del D.lgs n° 196/2006 – Codice in materia di protezione dei dati personali - a coloro che interagiscono con i servizi web dell’azienda, accessibili per via telematica a partire dagli indirizzi:
http://www.confederazioneconfraternite.org
L’informativa è resa solo per il presente sito e non anche per altri siti web eventualmente consultati dall’utente tramite link. Visitando il sito web sopra indicato si accettano implicitamente le prassi descritte nella presente Informativa sulla Privacy.

IL TITOLARE DEL TRATTAMENTO A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili. Il Titolare del trattamento è : Confederazione delle Confraternite delle Diocesi d’Italia - Via Aurelia n. 796 - 00165 Roma
LUOGO DI TRATTAMENTO I trattamenti connessi ai servizi web di questo sito hanno luogo presso la predetta sede e sono curati solo da personale tecnico dell’Ufficio incaricato del trattamento, oppure da eventuali incaricati di occasionali operazioni di manutenzione.
Nessun dato derivante dal servizio web viene comunicato o diffuso.
I dati personali forniti dagli utenti che inoltrano richieste di invio di materiale informativo sono utilizzati al solo fine di eseguire il servizio o la prestazione richiesta.

TIPI DI DATI TRATTATI

Dati di navigazione I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali, la cui trasmissione è implicita nell’uso di protocolli di comunicazione internet.
Si tratta di informazioni che non sono raccolte per essere associate a interessati identificati, ma che per la loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni ed associazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare l’utente.
In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste , l’orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine , errore, etcc..) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all’ambiente informatico dell’utente.
Questi dati vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull’uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento e vengono cancellati immediatamente dopo l’elaborazione. I dati potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di reati informatici ai danni del sito.

Dati forniti volontariamente dall’utente

L’invio facoltativo, esplicito e volontario di posta elettronica agli indirizzi indicati su questo sito comporta la successiva acquisizione dell’indirizzo del mittente necessario per rispondere alle richieste, nonché degli eventuali altri dati personali inseriti nella missiva. Specifiche informative di sintesi verranno progressivamente riportate o visualizzate nelle pagine del sito predisposte per particolari servizi a richiesta.

Cookies

Nessun dato personale degli utenti viene in proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né vengono utilizzati c.d. cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti.
L’Uso di c.d. cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell’utente e svaniscono con la chiusura del browser) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito.
I c.d. cookies di sessione utilizzati in questo sito evitanoil ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti e non consentono l’acquisizione di dati personali identificativi dell’utente.

Questo sito fa utilizzo di Google Maps, un servizio di fruizione di carte geografiche di Google Inc. Per quanto riguarda l’utilizzo dei Cookie da parte di Google Maps e come controllarli si rimanda al loro link ufficiale:  http://www.google.it/intl/it/policies/privacy/

Questo Sito fa utilizzo di AddThis uno strumento atto a condividere argomenti/pagine sui social network, per quanto riguarda l'utilizzo dei cookie da parte di AddThis, si rimanda al loro link ufficiale:http://www.addthis.com/privacy/privacy-policy 
Volendo potreste impedire ad AddThis il rilevamento dei cookie generati dal sito e la loro lettura utilizzando le istruzioni sulla pagina http://www.addthis.com/privacy/opt-out 

Questo sito contiene pulsanti e widget per la condivisione di contenuti sul social network Facebook. Per quanto riguarda l’utilizzo dei Cookie da parte di Facebook e come controllarli si rimanda al loro link ufficiale:  https://www.facebook.com/about/privacy/

Facoltatività del conferimento di dati

A parte quanto specificato per i dati di navigazione, l’utente è libero di fornire i dati personali riportati nei moduli di richiesta o comunque indicati nella sezione “contatti” per sollecitare l’invio di informazioni.
Il loro mancato conferimento può comportare l’impossibilità di ottenere quanto richiesto.

Modalità del trattamento

I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti. Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.

Diritti degli interessati

I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere la conferma dell’esistenza o meno dei medesimi dati e di conoscerne il contenuto e l’origine, verificarne l’esattezza o chiederne l’integrazione o l’aggiornamento, oppure la rettificazione ed il blocco (si veda per completezza l’art. 7 del D.lgs 196/2003). Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di richiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché di opporsi in ogni caso , per motivi legittimi, al loro trattamento. Le richieste verranno rivolte al titolare del trattamento Confederazione delle Confraternite delle Diocesi d’Italia - Via Aurelia n. 796 - 00165 Roma . La presente costituisce la Privacy Policy di questo sito che sarà soggetta ad aggiornamento periodico.

Insediato il nuovo Arcivescovo

AddThis Social Bookmark Button

Arcidiocesi di Fermo

Sabato 2 dicembre il nuovo Arcivescovo di Fermo – S.E.R. Mons. Rocco Pennacchio – ha fatto il suo solenne ingresso nella Diocesi fermana. Mons. Pennacchio proviene dal clero di Matera ma fino al nuovo incarico è stato l’Economo della Conferenza Episcopale Italiana, un ruolo che lo ha visto molto in contatto con la nostra Confederazione, la quale pertanto con l’occasione porge a S.E. i più fervidi voti augurali e la disponibilità alla più ampia collaborazione.

All’indomani dell’evento il Delegato Arcivescovile per le Confraternite, dott. Giovanni Martinelli, ha inviato a tutte le Confraternite diocesane e lo Assistenti spirituali il seguente messaggio: “Penso sia ancora viva in tutti noi l’emozione di essere stati presenti alla solenne celebrazione per l’ingresso del nostro nuovo Arcivescovo, S.E.R. Mons. Rocco Pennacchio, sabato scorso. Eravamo, e questo deve essere una soddisfazione per tutti, ben 38 Priori (o loro delegati) di altrettante Confraternite, provenienti da 18 località. Presenti e con noi, con altre incombenze logistiche, il Vice Delegato Paolo Iommi e, ovviamente, l’Assistente spirituale don Osvaldo Riccobelli. I partecipanti hanno potuto apprezzare la cordialità del nostro nuovo Pastore, che come primo gesto ci ha invitato a chiamarlo e ad andarlo a trovare: lo faremo senz’altro molto presto, trascorso il periodo natalizio nel quale sarà molto preso. Ringrazio tutti i presenti per la conferma data, per la responsabile presenza, per la puntualità: è stato un momento di aggregazione e di visibilità importante. Ora sarà importante proseguire nella nostra testimonianza. Spero ci si possa incontrare prima di Natale, magari fugacemente per scambiarci gli auguri e per brindare ai nostri futuri impegni”.



Importante incontro con le Confraternite della Diocesi di Senigallia

AddThis Social Bookmark Button



La Regione Marche è purtroppo assente da troppo tempo dal panorama nazionale delle Confraternite, per questo la Confederazione sta attuando un piano di riorganizzazione della propria rete territoriale, a partire dagli incontri con i vari esponenti diocesani al fine di meglio comprendere e recepire le istanze che partono dalla base. In quest’ottica, è stato di grande interesse – sia per l’immediato che in prospettiva – l’incontro che lo scorso sabato 23 settembre il Vice Presidente per l’Italia Centrale – Domenico Rotella - ha avuto con le Confraternite della Diocesi di Senigallia, su invito del Delegato Diocesano don Umberto Gasparini. L’illustre ed antica Diocesi senigalliese, patria del Beato papa Pio IX, è stata la prima tappa di questo “tour” nelle terre marchigiane, ma il nostro Vice Presidente è pronto ad accogliere con entusiasmo gli inviti che gli perverranno dalle altre Diocesi e dove potrà illustrare la funzione della Confederazione e la missione che spetta ad ogni Confraternita per meglio aderire ai progetti di papa Francesco.

L’incontro si è tenuto nel Seminario Vescovile di Senigallia, alla presenza di circa trenta persone in rappresentanza di quasi altrettante Confraternite diocesane. Rotella ha potuto esporre il suo pensiero, anche dialogando con Don Umberto, trovando sempre la massima attenzione e vivo interesse nell’uditorio.

Prova ne sia che l’incontro, iniziato alle 15,30 in punto, si prevedeva dovesse durare meno di un’ora e invece si è protratto fino a circa le 17,30 poiché molti sono stati gli interventi ma soprattutto i quesiti posti dai presenti. Temi molto seri e importanti come ad esempio il problema della formazione spirituale, di cui le Confraternite mostrano gran desiderio. Oppure quello del rapporto interno con la classe più anziana, la quale stenta a interloquire con i più giovani. Il momento è stato reso ancor più proficuo dal fatto che il giorno seguente, domenica 24, si sarebbe tenuto ad Ostra il Cammino Diocesano delle Confraternite, splendida occasione per Priori e responsabili per diffondere il risultato di questo bel pomeriggio improntato alla reciproca conoscenza ed all’apertura verso la più ampia aggregazione. “Dobbiamo fare squadra – ha più volte sottolineato Rotella – perché le sfide che ogni giorno il cristiano deve affrontare sono tante e sono forti, e solo con una forte coesione tra Confraternite possiamo veramente far pesare la nostra presenza nella Chiesa e nella società civile”. 

Il grande cuore delle Confraternite in aiuto dei fratelli colpiti dal sisma.

AddThis Social Bookmark Button

Dalla provincia di Avellino a quella di Ascoli Piceno 

 
In occasione dei recenti eventi sismici la nostra Confederazione, come è noto, si è fatta promotrice di apposite raccolte fondi. Molti sono quelli che hanno contribuito affidandoci la loro offerta, ma la carità – è altrettanto noto – è fatta più spesso di percorsi sotterranei, che non amano la luce dei riflettori perché la vera carità è nascosta, non ostentata. Moltissime Confraternite hanno quindi spontaneamente e generosamente realizzato iniziative dirette, senza canali ufficiali e senza i fari dei media. È questo il caso di un commovente legame fraterno che ha unito Confraternite fra loro geograficamente assai lontane. Tutto ha avuto origine allorché le undici Confraternite della Forania di Montoro-Solofra in provincia di Avellino (facente capo all’Arcidiocesi di Salerno-Campagna-Acerno) hanno deciso di aiutare, in particolare, la Confraternita della Madonna del Carmine di Capodacqua, frazione del comune di Arquata del Tronto (AP), uno dei luoghi più duramente colpiti dal sisma. La sottoscrizione ha consentito di raccogliere 2.000 euro, da consegnare alla Confraternita per le sue necessità più urgenti, atteso che nel crollo della chiesa sono andati perduti arredi sacri, abiti confraternali, insegne, ecc.


Più volte rimandato anche per via delle condizioni atmosferiche, finalmente sabato 18 marzo si è potuto realizzare l’incontro tra le Confraternite sorelle. La delegazione della Forania era formata da confratelli di tre Arciconfraternite: SS. Nome di Dio in San Pietro frazione di Montoro (AV), dello Spirito Santo in Aterrana di Montoro, dell’Immacolata in S. Agata Irpina/Solofra. Delegazione guidata da Don Domenico Spisso, parroco della comunità di S. Pietro a Resicco in Montoro, e da Gerardo Russo, Priore dell’Arciconfraternita del SS. Nome di Dio. Ad essi si è unito Domenico Rotella, Vice Presidente per il Centro Italia della Confederazione nonché Coordinatore ad interim per la Regione Marche.

Non potendosi radunare nel paese di Capodacqua, completamente distrutto, le Confraternite si sono incontrate nei locali della Parrocchia di S. Maria Goretti ad Ascoli Piceno, gentilmente offerti dal Vicario parrocchiale don Alvaro Campanelli, che è anche Delegato diocesano per le Confraternite. Il Priore della Confraternita Madonna del Carmine, Angelo Angeletti, ha ringraziato i confratelli arrivati fin lì da così lontano e diverse volte si sono avuti momenti di forte commozione da parte di tutti i presenti, che per l’occasione indossavano ognuno gli abiti del proprio sodalizio. Molto simpatica l’iniziativa per cui il Priore Russo ha consegnato al Priore Angeletti un simbolico assegno formato gigante, prima di offrire quello “vero”. Non è mancato il saluto del “padrone di casa” don Alvaro: nella piccola stanza erano radunate una ventina di persone in tutto, all’insegna della più toccante semplicità fraterna. Anche Domenico Rotella ha rivolto un breve saluto a nome della Confederazione Nazionale, rappresentando la vicinanza della stessa e le iniziative portate avanti in aiuto delle Confraternite colpite dal sisma.


Dopo il momento “istituzionale” il piccolo gruppo di ospiti, guidato dal Priore Angeletti, ha compiuto un drammatico giro conoscitivo nelle zone più sconvolte, verificando coi propri occhi l’immane devastazione dei borghi e il dolore della popolazione. Sia pure in un frangente così doloroso, sono state però cementate amicizie e fraterne vicinanze che certo non verranno cancellate. Prima di riprendere la strada di casa, agli ospiti è stato offerto un pranzo condiviso con altri sodali di Capodacqua.


Le confraternite fermane festeggiano il beato Piergiorgio Frassati - 2015

AddThis Social Bookmark Button

Le Confraternite del Fermano hanno festeggiato a Sant’Elpidio a Mare il Patrono b. Pier Giorgio Frassati. Alla Festa, giunta alla 7.a edizione, hanno partecipato rappresentanze di ben 20 Confraternite da tutta l’Arcidiocesi di fermo

SANT’ELPIDIO A MARE –  20 rappresentanze di altrettante antiche Confraternite da 12 località dell’Arcidiocesi di Fermo hanno concluso a Sant’Elpidio a Mare la 7.a edizione della Festa del beato Pier Giorgio Frassati, patrono delle Confraternite d’Italia, del quale quest’anno ricorrono i 90 anni dalla morte e i 25 dalla beatificazione.

Una festa di colori, di tradizione, di fede, iniziata nella Basilica della Misericordia con una preghiera comune, terminata nella gremita Perinsigne Collegiata dove il cappellano don Aldo Pierantoni ha celebrato la Santa Messa. “Rappresentate non solo una tradizione, ma anche un impegno importante in una società che ha bisogno di esempi e di valori”: queste le sue parole ai presenti, dopo il saluto, a nome del Comitato, del coordinatore Giovanni Martinelli e del Vicesindaco Matteo Verdecchia.

“E’ stata una settimana intensa e partecipata – ha detto il presidente del Comitato Antonio Rossi – che ha confermato come le Confraternite sono parte attiva della vita cittadina, proponendo momenti di preghiera, di riflessione su tempi del nostro tempo, di svago e di spettacolo”.

La Festa è durata comne tradizione un’intera settimana, ospitando incontri (si è parlato di “misericordia” con mons. Vinicio Albanesi, presidente della Comunità di Capodarco, di realtà e futuro dell’Azione Cattolica con il presidente diocesano Luca Girotti), ricordi (una serata-film per i 500 anni dalla nascita di san Filippo Neri, un concerto bandistico “alla pace” nel centenario della prima guerra mondiale), cultura (la mostra del pittore locale Germano Offidani), di svago (la commedia dialettale della Filodrammatica Firmum).

Particolarmente emozionante la Messa nel giorno del beato Frassati (4 luglio) nell’area dell’antico Oratorio della Madonna dei Lumi.

3 maggio 2015: incontro delle Confraternite a Moie

AddThis Social Bookmark Button

Moie La parrocchia Santa Maria di Moie, per iniziativa della Confraternita del S.S. Sacramento, ha organizzato un incontro con le altre Confraternite Diocesane e non solo, per domenica 3 maggio alle 9,30, nei locali sotto la Chiesa Cristo Redentore. Per l’occasione interverrà il Vice Coordinatore dell’organigramma del Coordinamento regionale della Confederazione delle Confraternite delle Diocesi d’Italia Roberto Zefferini di Sant’Elpidio a Mare. Questa riunione servirà per una reciproca conoscenza e per un’esperienza di comunione ecclesiale, con la prospettiva di programmare iniziative future e per un confronto sulle modalità organizzative.

La Confraternita del Santissimo Sacramento di Moie è stata ufficialmente ricostituita l’8 settembre 2008, nel giorno della festa patronale dedicata a Maria Santissima, Madre di Misericordia, nel giorno della sua Natività. Purtroppo aveva cessato di essere attiva da oltre quarant’anni, ma alcune persone ne avevano avvisato la mancanza. La Confraternita del Santissimo Sacramento di Moie,  rappresentata dal Priore Gianni Cantarini, molto impegnato nella promozione delle varie attività dell’associazione, partecipa alle principali manifestazioni religiose che si svolgono nella cittadina di Moie e nei centri limitrofi. Inoltre i Confratelli moiaroli hanno partecipato lo scorso 21 Settembre ad Orvieto alla giornata organizzata in occasione del Giubileo Eucaristico concesso dal Papa per la ricorrenza dei 750 anni del Miracolo Eucaristico e dell’istituzione della festività del Corpus Domini.

21 settembre: La Confraternita del SS. Sacramento di Moie al Giubileo Eucaristico ad Orvieto

AddThis Social Bookmark Button

Moie (AN). La Confraternita del Santissimo Sacramento di Moie in occasione del Giubileo Eucaristico concesso dal Papa per la ricorrenza dei 750 anni del Miracolo eucaristico (Bolsena, 1263) e dell’istituzione della festività del Corpus Domini (Orvieto, 1264) partecipa alla giornata di domenica 21 settembre ad Orvieto.

La manifestazione è nell’ambito del Cammino Interregionale delle Confraternite di Lazio e Umbria e delle Confraternite del Santissimo Sacramento delle diocesi d’Italia.

Il miracolo eucaristico risale all’anno 1263, quando un prete boemo, Pietro Da Praga, era assillato dal dubbio sulla presenza reale del Signore nelle sacre specie del pane e del vino. Accadde che, mentre celebrava la Santa Messa nella Basilica di Santa Cristina Martire, presso Bolsena, e teneva tra le dita la Santa Ostia, quest’ultima si trasformò in vivo sangue. Don Pietro, alla vista del sangue di Gesù si turbò e cercò di nascondere il miracolo con il corporale ma invano, anzi, il prodigio si manifestò con più evidenza, infatti restarono macchiati il corporale e le pietre di marmo del pavimento dell’altare. Il miracolo eucaristico fu visto anche dai partecipanti al rito. La notizia del prodigio eucaristico arrivò a Orvieto e al papa Urbano IV che risiedeva nella cittadina umbra. Senza indugio inviò il vescovo di Orvieto a Bolsena, Gherardo, accompagnato da san Tommaso D’Aquino e da san Bonaventura da Civita da  Bagnoregio il quale riportò a Orvieto il sacro corporale e la santa ostia. Papa Urbano IV, impaziente di attendere, andò incontro al presule il quale ricevette il sacro corpo del Signore sul ponte detto Riochiaro. Urbano IV l’11 ottobre 1264 estese a tutta la Chiesa la solennità del Corpus Domini per celebrare la fede presentando Cristo nell’Eucarestia.

La Confraternita del Santissimo Sacramento di Moie intende partecipare a questo importante evento, alla giornata del prossimo 21 settembre presso la città umbra di Orvieto.

Coloro che desiderano prendere parte alla Santa Messa e alla seguente processione eucaristica o chi desidera visitare la cittadina possono contattare il priore della Confraternita Gianni Cantarini.

Festa del Beato Pier Giorgio Frassati

AddThis Social Bookmark Button



A Sant’Elpidio a Mare le Confraternite hanno confermato tradizione e attualità della loro missione.
Successo per l’incontro a chiusura della 6ª Festa in onotre del Patrono del beato Pier Giorgio Frassati.
Una settimana di incontri e approfondimenti
 

SANT’ELPIDIO A MARE – Come sempre in tanti, nei loro “sacconi” e con le loro mozzette multicolori, simbolo di storia, di tradizione, ma anche di attualità. Proprio questo hanno voluto confermare le Confraternite che si sono incontrate a Sant’Elpidio a Mare, invitate dalla consorelle locali a chiusura della ormai tradizionale Festa del b. Pier Giorgio Frassati, Patrono delle Confraternite d’Italia.

Dopo il momento di preghiera comunitaria nella Basilica della Misericordia, e la processione, l’Arciprete don Enzo Nicolini ha celebrata la Santa Messa, alla quale hanno partecipato il Sindaco Terreni e il Presidente del Consiglio comunale Valentini.

A nome degli organizzatori, ha porto il saluto Giovanni Martinelli, che ha sottolineato come le Confraternite non debbono essere solo un momento di folclore e di tradizione, ma anche una testimonianza viva all’interno delle comunità.

La festa delle Confraternite, che nel corso della settimana ha avuto alcuni appuntamenti e appronfodimenti, in particolare la Messa celebrata il 4 luglio, giorno del ricordo del beato, si è poi chiusa allegramente in piazza Matteotti con le note della “Girola Bend”.

Estratti i biglietti della sottoscrizione a premi. Questi i biglietti vincenti: 1° premio biglietto n. 0326, 2° 1253, 3° 0881, 4° 0469, 5° 0094.

La Galleria del Santo Padre