NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sulla Privacy per il Sito Web (art. 13 D.lgs. 196/03)
Nella presente pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. Si tratta dell’informativa resa ai densi dell’art 13 del D.lgs n° 196/2006 – Codice in materia di protezione dei dati personali - a coloro che interagiscono con i servizi web dell’azienda, accessibili per via telematica a partire dagli indirizzi:
http://www.confederazioneconfraternite.org
L’informativa è resa solo per il presente sito e non anche per altri siti web eventualmente consultati dall’utente tramite link. Visitando il sito web sopra indicato si accettano implicitamente le prassi descritte nella presente Informativa sulla Privacy.

IL TITOLARE DEL TRATTAMENTO A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili. Il Titolare del trattamento è : Confederazione delle Confraternite delle Diocesi d’Italia - Via Aurelia n. 796 - 00165 Roma
LUOGO DI TRATTAMENTO I trattamenti connessi ai servizi web di questo sito hanno luogo presso la predetta sede e sono curati solo da personale tecnico dell’Ufficio incaricato del trattamento, oppure da eventuali incaricati di occasionali operazioni di manutenzione.
Nessun dato derivante dal servizio web viene comunicato o diffuso.
I dati personali forniti dagli utenti che inoltrano richieste di invio di materiale informativo sono utilizzati al solo fine di eseguire il servizio o la prestazione richiesta.

TIPI DI DATI TRATTATI

Dati di navigazione I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali, la cui trasmissione è implicita nell’uso di protocolli di comunicazione internet.
Si tratta di informazioni che non sono raccolte per essere associate a interessati identificati, ma che per la loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni ed associazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare l’utente.
In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste , l’orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine , errore, etcc..) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all’ambiente informatico dell’utente.
Questi dati vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull’uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento e vengono cancellati immediatamente dopo l’elaborazione. I dati potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di reati informatici ai danni del sito.

Dati forniti volontariamente dall’utente

L’invio facoltativo, esplicito e volontario di posta elettronica agli indirizzi indicati su questo sito comporta la successiva acquisizione dell’indirizzo del mittente necessario per rispondere alle richieste, nonché degli eventuali altri dati personali inseriti nella missiva. Specifiche informative di sintesi verranno progressivamente riportate o visualizzate nelle pagine del sito predisposte per particolari servizi a richiesta.

Cookies

Nessun dato personale degli utenti viene in proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né vengono utilizzati c.d. cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti.
L’Uso di c.d. cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell’utente e svaniscono con la chiusura del browser) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito.
I c.d. cookies di sessione utilizzati in questo sito evitanoil ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti e non consentono l’acquisizione di dati personali identificativi dell’utente.

Questo sito fa utilizzo di Google Maps, un servizio di fruizione di carte geografiche di Google Inc. Per quanto riguarda l’utilizzo dei Cookie da parte di Google Maps e come controllarli si rimanda al loro link ufficiale:  http://www.google.it/intl/it/policies/privacy/

Questo Sito fa utilizzo di AddThis uno strumento atto a condividere argomenti/pagine sui social network, per quanto riguarda l'utilizzo dei cookie da parte di AddThis, si rimanda al loro link ufficiale:http://www.addthis.com/privacy/privacy-policy 
Volendo potreste impedire ad AddThis il rilevamento dei cookie generati dal sito e la loro lettura utilizzando le istruzioni sulla pagina http://www.addthis.com/privacy/opt-out 

Questo sito contiene pulsanti e widget per la condivisione di contenuti sul social network Facebook. Per quanto riguarda l’utilizzo dei Cookie da parte di Facebook e come controllarli si rimanda al loro link ufficiale:  https://www.facebook.com/about/privacy/

Facoltatività del conferimento di dati

A parte quanto specificato per i dati di navigazione, l’utente è libero di fornire i dati personali riportati nei moduli di richiesta o comunque indicati nella sezione “contatti” per sollecitare l’invio di informazioni.
Il loro mancato conferimento può comportare l’impossibilità di ottenere quanto richiesto.

Modalità del trattamento

I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti. Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.

Diritti degli interessati

I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere la conferma dell’esistenza o meno dei medesimi dati e di conoscerne il contenuto e l’origine, verificarne l’esattezza o chiederne l’integrazione o l’aggiornamento, oppure la rettificazione ed il blocco (si veda per completezza l’art. 7 del D.lgs 196/2003). Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di richiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché di opporsi in ogni caso , per motivi legittimi, al loro trattamento. Le richieste verranno rivolte al titolare del trattamento Confederazione delle Confraternite delle Diocesi d’Italia - Via Aurelia n. 796 - 00165 Roma . La presente costituisce la Privacy Policy di questo sito che sarà soggetta ad aggiornamento periodico.

61° Raduno Diocesano

AddThis Social Bookmark Button


Priorato Confraternite della Diocesi di Savona - Noli

Domenica 14 maggio 2017, a Varazze, si svolgerà il “61° Raduno delle Confraternite della Regione Ecclesiastica Ligure” che vedrà la partecipazione di Confratelli e Consorelle provenienti dalle varie Diocesi liguri. Insieme allo “storico” Raduno, si svolgerà anche il “6° Incontro Regionale dei Giovani delle Confraternite”. Al Raduno sarà abbinata una piccola iniziativa di solidarietà: le offerte raccolte durante la celebrazione della S. Messa, saranno destinate alle popolazioni terremotate del Centro Italia e consegnate alle Confraternite delle zone colpite dal sisma.

Per ogni informazione si può visitare il sito www.prioratodiocesanoconfraternite-savona.it oppure la pagina Facebook “Raduno Confraternite Liguri 2017”.

Pubblichiamo di seguito la locandina dell’evento.


Dalle Confraternite della Liguria, prossimi appuntamenti regionali

AddThis Social Bookmark Button


Prossimi appuntamenti regionali

Domenica 14 maggio: Promosso dal Priorato Ligure Confraternite, si terrà a Varazze (SV) il 61° Raduno delle Confraternite della Regione Episcopale ligure. Ore 9,15 Saluti, ore 9,30 Santa Messa presieduta da S.E.R. il Vescovo di Savona, seguirà la processione con i caratteristici "Cristi" liguri. 


Domenica 11 giugno
: 41° Incontro delle Confraternite della Diocesi di Savona-Noli con il neo Vescovo S.E.R. Mons. Calogero Marino. Questo annuale incontro si terrà a Sanda di Celle Ligure, accolti dalla Confraternita di San Tommaso, con inizio alle ore 15. Dopo la riunione con il Vescovo prenderà avvio la processione con gli artistici e tradizionali "Cristi". La manifestazione si concluderà con la preghiera e la Benedizione Eucaristica.

 

Partecipazione delle Confraternite al Congresso Eucaristico di Genova

AddThis Social Bookmark Button
Partecipazione delle Confraternite al XXVI Congresso Eucaristico nazionale
Genova 15 al 18 settembre 





Raduno delle Confraternite Liguri

AddThis Social Bookmark Button


Raduno delle Confraternite Liguri


Domenica 8 maggio si è svolto nella Città di Lerici il sessantesimo Raduno delle Confraternite Liguri.
Hanno partecipato un centinaio di Confraternite, provenienti dalle Diocesi Liguri, con una quarantina di Crocifissi tradizionali e la presenza di circa duemilacinquecento persone.
Alle ore 9,15 il Sindaco di Lerici Leonardo Paoletti, rivolto il saluto di benvenuto a tutti i partecipanti, seguito dal Priore della locale Confraternita, dedicata a S. Erasmo.
Quindi è iniziata la concelebrazione Eucaristica, presieduta da S. E. R. Mons. Luigi Ernesto Palletti vescovo diocesano di La Spezia, con il Rev. Parroco Don Federico Paganini, Il delegato della Conferenza Episcopale Ligure e Coadiutore Assistente Ecclesiastico della Confederazione Don Franco Molinari ed altri.
Il Priore Regionale e Coordinatore Regionale della Confederazione delle Confraternite, Cav. Giovanni Poggi, ha rivolto il saluto al Vescovo al Sindaco ed a tutti i presenti anche nome del Presidente della Confederazione e del Priorato Ligure. Ha ricordato i punti salienti per le Confraternite: dal 15 al 18 Settembre il Congresso Eucaristico Nazionale, il 22 – 23 Ottobre il primo Cammino Nazionale dei Giovani Confratelli, che si svolgerà a Roma.
Al termine della S. Messa, prima della processione, il Priore Diocesano Luciano Curarino ha esortato tutti, in questo anno di Misericordia, nell’unità, nell’amore, nella fraternità e nella pace. 
Quindi è  iniziata la solenne processione, seguita da tutti i Confratelli, Consorelle, un bel gruppo di giovani e giovanissimi, i Portatori dei Crocifissi, il Clero, le Autorità Civili e Militari e tutto il popolo.
Al passaggio della processione, nei palazzi circostanti, svolazzavano dalle finestre addobbi damascati e bandiere.
Al termine della processione Mons. Palletti ha impartito la solenne benedizione.
Erano presenti a questa manifestazione, oltre i componenti del Priorato Ligure, il nuovo Coordinatore della Regione Ecclesiastica Lombarda, Valerio Odoardo ed i  membri dei Priorati Diocesani.     








Anche a Levanto, la sera del Giovedì Santo, la processione delle Casacce

AddThis Social Bookmark Button



Anche a Levanto, la sera del Giovedì Santo, la processione delle Casacce

Sempre molto sentita dai levantesi e dai fedeli che frequentano la nostra cittadina rivierasca per le festività pasquali, la processione delle “Casacce” viene organizzata dalla Confraternita di San Giacomo Apostolo di Levanto la sera del Giovedì Santo. 

La processione delle Casacce è la più antica processione di cui a Genova si ha notizia e la sua origine è da ricercarsi nelle processioni dei Disciplinanti sorte a seguito del movimento creato da Ranieri Fasani a partire dal 1260. Nel corso dei secoli la processione cambiò i connotati di penitenza, che avevano caratterizzato i primi secoli, arricchendosi nel ‘700 di tutta una serie di apparati, dai tabarri e tabarrini in velluto e ricami in oro e argento, ai pastorali dei priori. Nell’ottocento la processione delle Casacce subisce un’interruzione per essere ripresa senza più interruzioni negli anni successivi al dopoguerra su sollecitazioni del Priorato genovese delle Confraternite che si andava costituendo. Con la reintroduzione della processione le confraternite ripropongono la devozione penitenziale delle origini, non certo il recupero del flagello, ma indossando la sola cappa bianca e procedendo con in mano le fiaccole. Così operando, pur senza toccare i grandi numeri di partecipanti dei tempi passati, la processione delle Casacce è sempre molto sentita dalle confraternite genovesi e viene riproposta la sera del Giovedì Santo

Levanto pur essendo ubicata a 70 km a sud-est di Genova, ha fatto parte a lungo della Repubblica e ha sempre mantenuto rapporti privilegiati col capoluogo ligure e lo stesso è accaduto anche con il priorato genovese. Fu così che negli anni ’60, l’allora priore di San Giacomo, Alfredo Campodonico, decise di proporre anche a Levanto la processione delle Casacce secondo l’uso genovese. Da allora sono passati quasi sessant’anni e allora come oggi le Casacce rappresentano la processione più sentita anche dai levantesi. La partenza della processione avviene nell’Oratorio di San Giacomo Apostolo, sede della Confraternita omonima, posto al centro dell’insediamento più antico della città; qui i confratelli e i “pellegrini”, i bambini e i ragazzi del sodalizio, vestono tutti la cappa bianca e indossano il cappuccio, soffermandosi in preghiera davanti all’Altare della Reposizione solennemente allestito. Successivamente la croce senza immagine portata dai pellegrini apre la processione, seguita dai confratelli, dal cappellano e dai fedeli ognuno dei quali tiene in mano una fiaccola e tutti insieme in preghiera, alternando decine del rosario e canti, si procede visitando gli Altari della Reposizione ubicati nelle chiese della città: la parrocchiale Sant’Andrea, la chiesa della SS. Annunziata, parte del Convento dei PP. Francescani, l’Oratorio di San Rocco, a suo tempo sede della confraternita omonima oggi scomparsa, per rientrare per la benedizione conclusiva nell’Oratorio di San Giacomo.




Visita la pagina della Confraternita Confraternita di San Giacomo Apostolo di Levanto



Cammino Regionale dei giovani delle Confraternite

AddThis Social Bookmark Button
Cammino Regionale dei giovani delle Confraternite della regione ecclesiastica ligure e della Diocesi di Acqui Terme

Domenica 3 aprile 2016


60° Raduno delle Confraternite liguri

AddThis Social Bookmark Button
60° Raduno delle Confraternite liguri
Lerici, domenica 8 maggio 2016


Cammino 2015 Diocesi di Chiavari

AddThis Social Bookmark Button


Santa Margherita Ligure - Sabato, 10 ottobre 2015.

Leggi tutto: Cammino 2015 Diocesi di Chiavari

Cammino diocesano di Fraternità - Buto, 1 maggio 2015

AddThis Social Bookmark Button


Relazione del Cammino

Primo maggio di festa per le Confraternite della Diocesi di La Spezia-Sarzana-Brugnato che si sono ritrovate a Buto, piccolo paesino dell’Alta Val di Vara in occasione del Cammino Diocesano di Fraternità, ovvero il raduno che le vede annualmente riunirsi per fare il bilancio delle loro attività nell’anno trascorso e per delineare i programmi che le vedranno impegnate nel nuovo anno. Ad ospitare il raduno a Buto è stata la confraternita di San Pietro Apostolo rifondata nel 2007 grazie all’impegno di don Mario Perinetti e di un gruppo di fedeli del paese. Le origini della confraternita risalgono al 1911, dopo la perdita di alcuni confratelli, a causa della guerra, il sodalizio ha animato la vita religiosa di Buto fino a che non fu soppresso a causa del calo del numero di aderenti dovuto allo spopolamento del paese. L’arrivo delle confraternite della diocesi è iniziato alle 9,00 accolto dai confratelli di Buto con un’abbondante colazione, alle ore 10,00 è iniziata l’assemblea alla presenza del priore generale Luciano Currarino, del segretario del priorato diocesano e vice-coordinatore regionale per la Liguria nella Confederazione delle Confraternite delle Diocesi d’Italia Oscar Calisto, del tesoriere del Priorato Diocesano Francesco Garibotti, del vice-assistente nazionale della confederazione delle confraternite delle diocesi d’Italia don Franco Molinari, del cappellano della confraternita di san Pietro Apostolo di Buto don Mario Perinetti, del priore della confraternita di san Pietro Apostolo di Buto Fortunato Maggiolo. Presenti le confraternite: N.S. del Carmine di Borghetto, San Bernardo Abate di Brugnato, san Pietro Apostolo di Buto, San Sebastiano di Carro, N.S dell’Annunziata di Carrodano Superiore, Beata Vergine del Carmine di Cassana, N.S. Assunta in cielo di Castello di Carro, Santissima Annunziata di Cornice e Mangia, Natività di Maria di Corvara di Beverino, San Giovanni Battista di L’Ago, Santissima Trinità di Legnaro di Levanto, Sant’Erasmo di Lerici, San Giacomo Apostolo di Levanto, S. Maria Assunta di Mattarana, Santa Croce di Montale di Levanto, Santa Croce di Monterosso, SS Sacramento di Piana Battolla, N.S. Assunta in Cielo di Riomaggiore, San Leonardo di Santo Stefano, N. S. di Caravaggio di Teviggio, San Biagio di Val Polcevera per un totale di circa 150 confratelli. Il Priore Fortunato Maggiolo ha salutando i presenti ha presentato la confraternita di Buto che conta 34 iscritti e risulta essere una delle più attive della diocesi. Luciano Currarino, priore generale diocesano dopo aver salutato i confratelli presenti si è detto soddisfatto per il grande numero di confraternite presenti, rammaricandosi però perché alcune hanno preferito altre iniziative legate al primo maggio anziché partecipare al raduno diocesano. L’intervento si è incentrato sulle attività che le confraternite svolgono all’interno della Chiesa, senza mai allontanarsi da essa, ha ribadito che i confratelli devono essere parte attiva nelle loro parrocchie, e che l’impegno deve continuare nelle attività di solidarietà a favore dei più bisognosi, l’assemblea ha deciso di devolvere mille euro a favore delle popolazioni terremotate del Nepal attraverso la Caritas diocesana. Don Mario Perinetti da sempre vicino alle confraternite in quanto già alcuni suoi familiari facevano parte di una confraternita ha espresso un giudizio molto favorevole su di esse, ha elogiato l’impegno dei confratelli di Buto per la loro testimonianza di Fede, ha espresso l’opinione che le confraternite nei piccoli paesini sono indispensabili per mantenere e trasmettere la parola di Dio. Ha detto che tra i confratelli la preghiera deve essere costante ed il loro sguardo deve essere fisso al Crocifisso ed all’Eucaristia e che solo così facendo il ruolo dei confratelli sarà fondamentale nelle nostre comunità e nella società, naturalmente si auspica che anche in altri paesi possano costituirsi delle confraternite. Francesco Garibotti ha illustrato il bilancio del Priorato Diocesano. Don Franco Molinari ha ribadito il ruolo e l’importanza delle confraternite all’interno della Chiesa e nella società, ha proseguito illustrando come hanno saputo mantenere dei veri capolavori dell’arte grazie alla gestione degli oratori e delle opere in essi contenute. Oratori che sono nati proprio ad opera delle confraternite per permettere ai confratelli di pregare. Preghiera che deve trasformarsi in carità perché solo così le confraternite potranno dire di aver adempiuto ai loro compiti, carità che ha prodotto molti risultati, un esempio sono gli ospedali costituiti proprio per fornire assistenza agli ammalati. I confratelli devono sempre aver ben presente l’Eucaristia, il Crocifisso, la Vergine Maria, il Suffragio dei Defunti, la santificazione dei Santi, la carità. Oscar Calisto dopo aver saluto i presenti ha ricordato l’importanza del raduno in quanto occasione di incontro e momento per ribadire l’appartenenza alla Chiesa, la quale purtroppo a livello locale soffre per la mancanza di sacerdoti , le confraternite devono quindi diventare un punto di riferimento per mantenere e far crescere la fede nei paesi, anche in quelli più piccoli. Non va poi tralasciato l’impegno nel sociale, le iniziative intraprese in questi anni vanno continuate ed aumentate, la crisi di questi ultimi anni ha messo in difficoltà molte famiglie, l’Italia è diventata un luogo dove si rifugiano migliaia di immigrati, le confraternite devono essere quindi pronte ad affrontare queste sfide, mai come ora si è tornati al ruolo storico che le confraternite hanno avuto sin dalla loro nascita, preghiera ed aiuto ai bisognosi e non folclore come alcuni pensano quando ci vedono sfilare in processione. Ha ricordato gli appuntamenti più importanti dell’anno trascorso, il precedente raduno svolto a Montale di Levanto con la presenza della quasi totalità delle confraternite attive, il 4 maggio 2014 a Sestri Levante si era tenuto il raduno ligure con la presente di circa milleduecento confratelli ed una ottantina di “Cristi” fra grandi e piccoli, sul percorso della processione erano presenti migliaia di persone e questo rimarrà per i confratelli un ricordo indelebile. A luglio si è svolto il pellegrinaggio al Santuario di N.S. di Caravaggio ed a Sotto il Monte accompagnati dal nostro Vescovo, naturalmente il priorato sta già organizzando il prossimo pellegrinaggio per sabato 18 luglio, l’estate ha visto una grande partecipazione alle feste organizzate dalle varie confraternite ed è per questo che anche nel 2015 verrà fatto un calendario con tutte le feste per agevolare la partecipazione da parte dei confratelli. A fine ottobre L’Ago ha ospitato il Suffragio dei defunti. Grande momento per le confraternite le giornate di preghiera e catechesi con S.E. Mons. Luigi Ernesto Palletti a Brugnato presso i padri Passionisti in preparazione dell’Avvento e della Quaresima, tali incontri continueranno ed aumenteranno anche di numero. Da ricordare la partecipazione delle confraternite ai pellegrinaggi mensili Mariani, con la presenza costante di quelle di Borghetto, di Buto e di Piana Battolla. Nell’ultimo anno da segnalare la collaborazione con altre associazioni laicali della nostra diocesi, ne sono un esempio quella con UNITALSI in occasione dei festeggiamenti per N. S. di Lourdes, con MCL in occasione di una raccolta fondi “dal seme al cibo”, con la quasi totalità delle associazioni della nostra chiesa locale in occasione delle “24 ore per il Signore” indette direttamente da Papa Francesco, questa iniziativa ha avuto una grande partecipazione ed è stata davvero una bella esperienza per noi, considerato che per il prossimo anno è stato indetto un Giubileo straordinario della Misericordia siamo già al lavoro per l’organizzazione della manifestazione. Importante iniziativa, negli stessi giorni, quella organizzata dalla confraternita di san Giacomo Apostolo di Levanto, esposizione della copia fotografica della Sacra Sindone e “40 Ore”. Il Centro Italiano Femminile ci ha invitato per sabato 16 maggio ad un convegno che avrà come tema il convegno Ecclesiale di Firenze, nell’ambito della collaborazione con le altre associazioni è in progetto una veglia di preghiera per i cristiani perseguitati, così da ricordare le migliaia di persone uccise per il solo fatto di Credere in Dio. Il segretario ha poi proseguito illustrando il programma che vedrà riunite a Torino, nei giorni 13 e 14 giugno, le confraternite di tutta Italia ed in particolare quelle liguri, in quando in tale data si terrà sia il Cammino Ligure sia il Cammino Nazionale. Alle ore 11,00 S.E. Mons. Luigi Ernesto Palletti ha raggiunto il salone dell’assemblea ed ha salutato i presenti, informato dei contenuti dell’assemblea si è detto soddisfatto dell’operato delle confraternite ed ha invitato tutti a non allontanarsi mai dalla Chiesa, a tenere ben fisso lo sguardo sul Crocifisso di continuare nell’impegno verso chi è in difficoltà senza mai dimenticarsi dei cristiani che sono continuamente perseguitati. Al termine sotto una fitta pioggia ci si è diretti alla vicina chiesa per la Santa Messa celebrata dal Vescovo Mons. Palletti e concelebrata da don Mario Perinetti, da don Franco Molinari e don Gianluca Galantini. La chiesa era completamente piena e molte persone sono dovute rimanere in piedi, grande soddisfazione quindi per la partecipazione a questa giornata e per il futuro delle confraternite. Purtroppo la pioggia ha impedito lo svolgimento della processione per la campagna del paese di Buto.



4° Cammino regionale dei giovani confratelli

AddThis Social Bookmark Button

24 ore per il Signore

AddThis Social Bookmark Button

Importante avvenimento che ha visto il Priorato diocesano delle Confraternite di La Spezia-Sarzana-Brugnato impegnato nell'organizzazione delle "24 ore per il Signore" anche a La Spezia. La nostra curia ha lasciato alle confraternite l'onore e l'onere di organizzare questa importante iniziativa. Oltre alle confraternite abbiamo così coinvolto associazioni, movimenti e parrocchie della nostra diocesi, allargando poi l'invito a tutti ii fedeli. Confraternite, associazioni, movimenti, parrocchie si alterneranno in turni di 2 ore dalle 18,00 di venerdì 13 marzo alle 18,00 di sabato 14 marzo. Alle ore 18,00 di sabato 14 marzo nella chiesa di Santa Maria, adiacente alla cappella di via Rattazzi dove si svolgerà l'Adorazione, verrà celebrata la Santa Messa da S.E. Mons. Luigi Ernesto Palletti. Durante le 24 ore saranno presenti sacerdoti per le confessioni.


Brugnato - "Sotto la Croce"

AddThis Social Bookmark Button

Confraternita "La Spezia" - Incontro d'Avvento 2014

AddThis Social Bookmark Button

Brugnato, Chiesa dei Padri Passionisti
Sabato, 20 dicembre 2014 - dalle ore 10
conferme telefoniche entro il 16 dicembre

Leggi tutto: Confraternita "La Spezia" - Incontro d'Avvento 2014

Suffragio dei defunti 2014 a L'Ago

AddThis Social Bookmark Button

con Assemblea del Priorato Diocesano delle Confraternite di La Spezia – Sarzana – Brugnato
ospiti della confraternita di San Giovanni Battista di L'Ago

Leggi tutto: Suffragio dei defunti 2014 a L'Ago

Le Confraternite genovesi "angeli" nell'alluvione

AddThis Social Bookmark Button

Le Confraternite di Genova Voltri e della frazione Fabbriche hanno lavorato sollecitamente per confortare i fratelli vittime dell'alluvione di sabato 15 novembre 2014, alcune immagini.

Leggi tutto: Le Confraternite genovesi "angeli" nell'alluvione

Gergo delle Confraternite liguri

AddThis Social Bookmark Button



Canti

preziosi ornamenti in argenteria posti alle estremità dei crocifissi costituiti da sottoli artistici elementi floreali che con il movimento donano una particolare sonorità.

Cristanti

confratelli che portano il crocefisso.

Crocco

speciale supporto in cuoio che contiene il piede del crocifisso e attraverso una imbragatura è allacciato alle spalle distribuendo così il peso su tutto il corpo.

Fiocco

ogni crocefisso è caratterizzato da un fiocco pregevole opera di passamaneria.

Immagine

scultua lignea di Cristo Crocifisso.

Portoei

coloro che portano il crocefissino in "crocco".

Stramuoei

coloro che passano la croce da un portatore all'altro sostenendolo con un perfetto equilibrio.

La Galleria del Santo Padre